Trattamento acque reflue

Gli impianti utilizzati per il trattamento di acque reflue hanno l’obiettivo primario di filtrare e purificare le acque di scarico prodotte dal settore industriale e civile. L’esperienza acquisita in anni di progettazione e installazione di impianti dalla performance duratura, ci permette di garantire un elevato grado di depurazione delle acque inquinate. A seconda della specificità dell’acqua coinvolta nel processo, si definirà una tra le soluzioni di seguito illustrate.

Tipologie di trattamento depurativo

Impianti chimico fisico

Dalmon Water Solutions ha acquisito negli anni l’esperienza necessaria per poter sviluppare l’innovativa tecnologia chimica e fisica usata nella depurazione delle acque di scarico delle industrie. Un preciso dosaggio di prodotti chimici, permette di preparare le acque al processo successivo di tipo fisico, in cui si separerà la fase insolubile dalla fase acquosa. Queste due fasi permettono un elevato grado di depurazione come risultato finale, garantendo l’utilizzo delle acque prima non riutilizzabili.

Impianti di flottazione (DAF)

Gli impianti di flottazione proposti dalla nostra azienda presentano un’innovativa tecnologia in grado di depurare le acque reflue attraverso un processo di chiarificazione che permette di separare solidi sospesi filtrandoli dalle acque in cui sono presenti. Grazie alla concentrazione di fanghi ottenuta dall’impianto installato, viene reso possibile l’ottenimento di unacqua altamente purificata.

Impianti biologici fanghi attivi

In virtù dell’esperienza acquisitdalla nostra azienda, siamo in grado di progettare impianti che prevedono l’applicazione di questa la tecnologia innovativa, in grado di depurare in tutta sicurezza le acque inquinate grazie all’utilizzo di batteri progettati appositamente e permetterne così il riutilizzo.

Impianti biologici a membrane tubolari cross-flow (MBR)

L’innovazione tecnologica nel trattamento acque è un imperativo fondamentale per poter migliorare la qualità di vita di ogni singolo individuo. Una di queste innovazioni è impiegata soprattutto nelle fasi di potenziamento degli impianti esistenti: si tratta dell’impiego di membrane (MBR).

Grazie alla elevata concentrazione di fanghi ottenuta in poco tempo, la depurazione risulta più efficace, permettendo di evitare l’utilizzo di ulteriori trattamenti chimici. Questo impianto offre diversi vantaggi economici, tra cui: la riduzione dei volumi impiegati nella costruzione di nuovi impianti; la velocizzazione dei tempi di operatività del sistema; il mantenimento degli spazi nel potenziamento dell’esistente e soprattutto la garanzia di miglioramento della qualità dell’acqua una volta depurata.

Impianti biologici a membrane immerse (MBR)

A differenza delle membrane tubolari cross-flow, le membrane immerse vengono posizionate all’interno della zona idrica da filtrare, agendo direttamente nelle sostanze inquinanti e  permettendo un elevato livello qualitativo del risultato finale.

Impianti biologico a letto mobile (MBBR)

La tecnologia sviluppata dalla nostra azienda con la soluzione MBBR è in grado di ottenere un elevato grado di depurazione delle acque filtrate, grazie a supporti mobili ad elevata superficie specifica posizionati all’interno dell’impianto biologico. L’alta concentrazione di fanghi permette una depurazione di grandi quantità di biomassa in un tempo molto concentrato, offrendo vantaggi economici e ambientali importanti.

Impianti biologici sequenziali (SBR)

I sistemi di ossidazione biologica si basano sulla tecnologia dei fanghi attivi a flusso discontinuo: attraverso la sedimentazione delle acque in una vasca, è possibile regolare le caratteristiche del liquame da filtrare, adattandosi alle singole composizioni delle sostanze inquinanti e di ottenere acque perfettamente depurate.

Tutte le soluzioni

Sviluppiamo tecnologie avanzate ed appropriate ai bisogni specifici del cliente, adottando soluzioni depurative in grado di rispettare i più alti standard in termini di gestione ambientale per la tutela ed il rispetto dell’ambiente.